Ossa ischiatiche: come misurare la loro distanza

Le ossa ischiatiche cosa sono e come misurare la loro distanza. Ossa delle anche e ossa del bacino quali sono e quante sono.

Ossa ischiatiche

L’osso dell’anca che è ben sviluppato nell’adulto era suddiviso in tre ossa distinte nella fase dell’infanzia.

  1. L'ilio
  2. L'ischio
  3. Il pube

Queste tre ossa erano articolate tra di loro per mezzo di una cartilagine che in età adulta si ossifica. Al centro delle tre ossa si trova l’acetabolo che è una cavità articolare per la testa del femore.

1) L'ilio

L’ilio è un osso piatto situato nella posizione superiore rispetto all’ischio e al pube. L’ilio presente due sezioni distinte:

  1. corpo dell’ilio.
  2. l’ala dell’ilio.

Il corpo dell'ilio confina con l’ischio e concorre alla formazione dell’acetabolo. l’ala dell'ilio confina con l’osso sacro creando una struttura ossea chiamata “cresta iliatica”. Assieme alle altre ossa del bacino, l'ilio supporta la parte superiore del corpo umano.

2) L'ischio

L’ischio si posiziona nella parte bassa e posteriore dell'osso iliaco. Questo osso di suddivide in tre parti distinte:

  1. Il corpo dell’ischio.
  2. Il ramo superiore dell'ischio
  3. Il ramo inferiore dell’ischio

1) Corpo dell’ischio. Il corpo dell’ischio confina con l’ilio e nella parte sottostante si sviluppano il ramo inferiore e il ramo superiore. Il corpo dell’ischio a sua volta si divide in : Superficie esterna; Superficie interna e bordo posteriore.

La superficie esterna forma parte dell’acetabolo, (cavità articolare per la testa del femore). La superficie interna, che rappresenta il retro della superficie esterna e che concorre a formare parte della cavità pelvica. Bordo posteriore, è importante perché presenta un escrescenza di forma triangolare chiamata “spina ispiatica”.

2) Ramo superiore dell’ischio. Il ramo superiore dell’ischio ha tre sezioni anatomiche importanti: una superficie esterna; una superficie interna e una superficie posteriore.

La superficie esterna: Delimitata dal foro otturatorio. La superficie interna: è il retro della superficie esterna e di conseguenza ha una forma simile a quest’ultima. La superficie posteriore: è caratteristica per la prominenza denominata tuberosità ischiatica, sulla quale si grava il peso del corpo quando è in posizione seduta.

3) Ramo inferiore dell’ischio. Il ramo inferiore dell’ischio è quella parte ossea che continua il ramo superiore e si congiunge con il pube. Questa zona di congiunzione è anche chiamata “ramo ischio-pubico”.

3) Pube

Il pube è la porzione infero-ventrale dell’area iliaca. Nell'uomo l'osso pubico è composto da tre parti:

osso del pube
  1. 1) Pube
  2. a) Corpo del pube
  3. b) Ramo superiore del pube
  4. c) Ramo inferiore del pube

Misurare la distanza delle ossa ischiatiche

La misurazione della distanza delle ossa ischiatice è fondamentale per trovare la forma e dimensione della sella.

Scegliere la sella delle dimensioni giuste ci permette di avere una seduta corretta che ci evita di avere problemi durante l’utilizzo della bici. Il dolore che proviamo dopo una lunga pedalata è dovuto alla dimensione della sella che non è coerente con la distanza delle ossa ischiatiche.

Queste due ossa sono quelle che effettivamente si appoggiano alla sella e quando ci sediamo le ossa ischiatiche si allargano sostenendo il peso di tutta la parte superiore del corpo.

Se la sella è troppo stretta le ossa si allargherebbero verso l'esterno offrendo poco supporto al bacino. E comparirebbero dolori che si trasformerebbero in lombalgia.

Quindi la sella per essere comoda deve essere larga a sufficienza per dare un appoggio sufficientemente esteso alle nostre ossa ischiatiche. La corretta procedura è quella di andare da un biomeccanico che con strumenti professionali misura la distanza delle tue ossa ischiatiche.

Per misurare con metodi casalinghi la distanza delle ossa ischiatiche puoi utilizzare un semplice cartone, meglio morbido e spesso (ideale è il cartone a triplo strato). Appoggiate il cartone ad una superficie piana, e rialzato come un tavolino basso.

Toglietevi i calzoni e sedete sopra il cartone per qualche minuto esercitando una forte pressione, in modo da realizzare un calco delle protuberanze ischiatiche.

Ora con una penna cerchiate le due impronte e misurate la distanza dei centri due centri. Per avere un orientazione sulla scheta della sella si possono tenere queste semplici linee guida:

  1. Distanza ossa ischiatiche < 11cm = sella stretta
  2. 11cm < Distanza ossa ischiatiche < 13cm = sella media
  3. 13cm < Distanza ossa ischiatiche = sella larga
logo Ramb10